Venezia 78: La Mostra tra Classico e Novità

Tornano le FEMS a Venezia 78 dal 1 all’11 settembre.

Venezia 78: Cosa è cambiato

Quasi come tutti gli anni … ma invece sarà ancora una volta un po’ diversa: causa Covid per l’accesso agli spettacoli c’è l’obbligo di Green Pass e prenotazione, si sono moltiplicate sale e spettacoli, soprattutto la sera, anche se i posti rimangono sempre troppo pochi, mentre diminuiscono o meglio diventano ancora più esclusive le feste.

Ma non è il solo cambiamento che ha imposto ancora una volta il Covid infatti il red carpet sarà di nuovo “murato” e riservato a fotografi e addetti ai lavori, solo loro potranno godersi la parata di star: Penelope Cruz, Javier Bardem, Antonio Banderas, Timothée Chalamet, Isabelle Huppert, Oscar Isaac, Ben Affleck, Jessica Chastain, Zendaya, Jason Momoa, Rebecca Ferguson, Jamie Lee Curtis, Kristen Stewart, Matt Damon, Kirsten Dunst, Vincent Lindon, Tim Roth, Adam Driver, Benedict Cumberbatch, Olivia Colman, Oscar Isaac, Dakota Johnson, Anya Taylor-Joy, Jodie Comer e tanti altri…

L’Effetto Oscar?

Grazie alla sempre maggiore attenzione internazionale (causa effetto Oscar: anche quest’anno infatti Leoni e Coppe Volpi hanno dominato la stagione premi 2021), la quasi totale mancanza di titoli in uscita al cinema negli ultimi mesi, ed il sapiente lavoro dell’organizzazione che ogni anno ci stupisce con programmi sempre più ricchi, il programma si presenta denso ed interessante, pieno di ospiti, titoli attesissimi (alcuni programmati “In uscita” ormai da mesi se non anni). Il lato positivo è l’attenzione mediatica e l’importanza di questa edizione, quella negativa è la caccia al biglietto: ormai quasi introvabile!

Grazie alla sempre maggiore attenzione internazionale (causa effetto Oscar: anche quest’anno infatti Leoni e Coppe Volpi hanno dominato la stagione premi 2021), la quasi totale mancanza di titoli in uscita al cinema negli ultimi mesi, ed il sapiente lavoro dell’organizzazione che ogni anno ci stupisce con programmi sempre più ricchi, il programma si presenta denso ed interessante, pieno di ospiti, titoli attesissimi (alcuni programmati “In uscita” ormai da mesi se non anni). Il lato positivo è l’attenzione mediatica e l’importanza di questa edizione, quella negativa è la caccia al biglietto: ormai quasi introvabile!

(Le code virtuali per i biglietti!!!)

Venezia 78: La Short List

La Short list dei titoli più attesi comprende l’ultimo Almodóvar,, Sorrentino, Campion e tre filmoni Dune, il nuovo attesissimo adattamento del classico di fantascienza di Frank Herbert, potremmo dire che non solo è attesissimo dallo scorso anno (in cui sarebbe dovuto uscire, per poi essere rimandato rischiando persino un lancio su HBO Max) ma in realtà lo aspettiamo dall’uscita dell’infelice, ma anche coraggioso, primo adattamento (un vero e proprio scult!), The Last duel diretto dall’inossidabile Ridley Scott (I duellanti, Thelma e Luise, Le Crociate, Il Gladiatore: tutta la sua filmografia sembra portarci a The Last Duel), scritto e interpretato dalla coppia da Oscar Matt Damon/Ben Affleck, ed infine Freaks Out di Gabriele Mainetti, uno di quei rarissimi Blockbuster di genere italiani, che promette grandi sorprese, con quel tocco indipendente e originale dell’autore di Lo chiamavano Jeeg Robot.

 

Un consiglio anche se sarete così fortunati da troverete posti e biglietti, ma soprattutto se non li troverete, scoprite o riscoprite i programmi collaterali da Le Giornate degli autori alla Villa a L’Isola di Edipo in Riva di Corinto, passando per la sezione Virtual Reality, quest’anno spostati al Palazzo del Casinò.

 

Mentre con FEMS e Dario vi racconteremo tutti i giorni avventure, consigli, recensioni dal Lido di Venezia.

 

Share This: