Fantasy: 7 film che forse non avete mai visto

7 Film Fantasy che forse non avete mai visto? Mica facile come titolo, ci ho rimuginato per mesi…come ne scelgo solo 7??!! Ho cercato di capire come stillare la lista e in base a cosa sceglierli, all’inizio mi sono buttata su: 7 da diversi stati del mondo, poi 7 tratti da classici del romanzo fantasy, poi 7 a partire dai diversi generi del fantasy: urban fantasy, epic fantasy, heroic fantasy ecc..

Alla fine ho deciso di fare di tutto un po’ ossia 7 film fantasy che forse non avete mai visto e di cui avrei voglia di parlarvi…troppo banale? Speriamo di no, intanto godetevi questi che vedremo insieme molti altri in futuro, spero;) :

  1. Taron e la pentola magica Richard RichTed Berman 1985

E’ un o dei più strani prodotti Disney mai creati realizzato in un forte periodo di crisi della casa produttrice. Tratto da un ciclo fantasy considerato un classico irrinunciabile:   Le cronache di Prydain di Lloyd Alexander  (ispirato a miti e leggende gallesi), racconta la storia del giovane guardiano di porci Taron e le sue avventure nella terra di Prydein (tra fate, streghe, principesse prigioniere e strani animali come il tenero Gurghi) per sconfiggere il malvagio e spaventoso Re Cornelius. Pare strano che la Disney abbia deciso di ispirarsi a un materiale letterario estremamente adulto per creare un cartone animato per ragazzi, ma non stiamo parlando mica della Disney di oggi, né dei prodotti per bambini odierni, all’epoca era ancora normale che ai bambini piacesse prendere un po’ di paura per imparare a crescere, e poi diciamola tutta per questo progetto ci sono passati autori come Don Bluth (ricordate il bellissimo e inquietante Brisby e il segreto di Nim?) e un Tim Burton ancora acerbo.

Taron

2.Un ponte per Terabithia di Gabor Csupo 2007

Uscito in un periodo in cui il fantasy, grazie a titoli famosi come Harry Potter-Il Signore degli anelli-Le Cronache di Narnia-Il Labirinto del fauno, faceva il suo exploit, questo piccolo film passò facilmente inosservato. Tratto dall’omonimo romanzo per ragazzi di Katherine Paterson Un ponte per Terabithia racconta l’amicizia tra un ragazzo di campagna e la sua nuova vicina di casa, la loro fervida fantasia sarà capace di farli accedere/creare un un nuovo mondo all’interno di un bosco incantato in cui vivere fervide avventure. Non si tratta di un fantasy canonico ma è più un racconto di formazione e una storia sul significato dell’amicizia, di quanto la forza dell’ immaginazione, la curiosità e la voglia di esplorare e scoprire possa essere importante nella vita e nella crescita. Da segnalare nel cast troviamo il giovane Josh Hutcherson e Zooey Claire Deschanel, che interpreta uno di quei “bravi maestri” eccentrici, giusti al momento giusto.

Ponteterabithia2007

3) Il regno del fuoco di Rob S. Bowman 2002

Eccoci con un film davvero “straaaaano”. Giorni nostri: durante lo scavo della nuova metropolitana di Londra, si risveglia un male antico, sono i draghi leggendari e il mondo moderno impreparato all’invasione si ritrova a piombare in un nuovo medioevo: tra cacciatori, cavalieri e colonie di sopravvissuti all’interno di antichi castelli.

Un super cast: Christian Bale – Matthew McConaughey – Gerard Butler al servizio di questa storia cupa, seria e davvero folle (che mescola fantascienza post-apocalittica e fantasy)…..ma che magia vedere i draghi svolazzare su Londra!!!!

Regno del fuoco

4. Il drago del lago di fuoco di Matthew Robbins 1981

Considerato il capostipite dei film con i draghi, punto di riferimento per creare lo stesso Smoug del Lo hobbit di Peter Jackson, è un’altro progetto Disney abbastanza strano, ambientato in un imprecisato medioevo (Britannia post romana) dove una draghessa, Vermithrax Pejorative tormenta villaggi e divora fanciulle, un giovane inesperto che studia per diventare mago, si ritroverà presto eroe.

Il film nel complesso, per quanto sia fascinoso, non si può affatto definire eccezionale ma racchiude i migliori effetti speciali dell’epoca, dovremo infatti aspettare 1996 per vedere un drago migliore di questo: l’eccezionale Draco di Dragonheart con la voce di Sean Connery.

il drago del lago di fuoco

5. Gods of Egypt di Alex Proyas 2016

Uno dei maggiori fiaschi del 2016 è un kolossal eccessivo che racchiude, per la prima volta sullo schermo, tutta la mitologia egiziana.

La trama di Gods of Egypt ruota intorno all’alleanza tra un ragazzo mortale oppresso di nome Bek (interpretato dal terribile Brenton Thwaites) e il dio egizio Horus (Nikolaj Coster-Waldau ossiaJaime Lannister) decaduto dopo essere stato sconfitto dallo zio Seth (Gerard Butler, sì ancora Lui). La sequenza d’apertura infatti vede proprio l’omicidio del dio Osiride (Bryan Brown) da parte del malvagio fratello Seth.

Pur in una cornice decisamente kitsch, il regista Alex Proyas (Il Corvo – Io, robot – Dark city) rivela una profonda conoscenza che traspone in adesione alla mitologia egiziana, come quando impiega una particolare strategia visiva per distinguere i personaggi mortali da quelli immortali. Gli dèi infatti appaiono alti 3 metri, e crescono ancora di più quando si trasformano in bestie alate. Secondo la mitologia egizia, infatti, gli dei una volta non solo governavano sugli uomini, ma camminavano sulla Terra come loro, pur essendo più grandi, più forti e migliori di essi. Questo è solo uno dei particolari più lampanti, ma, per un occhio attento, si rivelerà un film più interessante di quanto possa apparire sulla carta.

Gods-of-Egypt-2016-Elodie-Yung-as-Hathor-Goddess-of-Love-Wallpaper-Widescreen-HD-2880x1800

6. Dark Chrystal di Jim Henson 1982

Meno noto del più fortunato Labyrinth anche questo film nasce dalla collaborazione tra  Frank Oz e Jim Henson ( l’inventore dei Muppets) ma questa volta sono i pupazzi i soli protagonisti.

Ed allora ancora una volta una storia fantasy abbastanza inquitante…

Il pianeta Thra, che si trova in un altro universo era una terra fertile e gioiosa, finché  il Cristallo della Verità  non fu spezzato dai suoi guardiani, UrSkeks, accecati dalla ricerca del sapere. Dividendo il cristallo divisero anche le loro personalità: la loro parte buona si materializzò in creature anziane e sagge, i Mistici, mentre la loro parte malvagia prese la forma dei mostruosi Skeksis,  questi ultimi rimasero a custodia di un frammento del Cristallo della Verità, ormai divenuto il “Cristallo Nero”.

La storia ruota intorno al giovane Jen, l’ultimo della sua specie elfica sterminata dai Skeksis, cresciuto ed educato dai Mistici. Il giorno della morte del suo maestro Jen viene a scoprire che lui è il prescelto che dovrà ricomporre il Cristallo della Verità e restaurare l’ordine al pianeta.

Un lavoro di artigianato pazzesco che riprenderà presto vita grazie alla collaborazione tra Henson e Netflix:

 

the-dark-crystal-packshot-670-380

7) Stardust di Matthew Vaughn 2007

Un vero capolavoro, tratto dall’omonimo romanzo di Neil Gaiman (Coraline e la porta magica, American Gods), e diretto incredibilmente da uno dei maestri del pulp inglese: Matthew Vaughn (produttore: Lock and Stock // The snatch regista: The Pusher// Kick – Ass//la serie di Kingsman )

Racchiude tutti gli ingredienti migliori dei fantasy: avventura, mondi incantati, forze soprannaturali, lotte per il potere, duelli e magie.

La storia intreccia le avventure di diversi personaggi: un ragazzo innamorato (Charlie Cox // prima di Daredevil), un principe (Mak Strong), una strega (Michelle Pfeiffer) tutti alla ricerca di una stella cadente (Claire Danes) dai magici poteri, che non è altro che una ragazza spaventata…ma affatto sprovveduta.

E’ un film davvero per tutti adatto a grandi e piccini, come si diceva una volta.

stardust-yvanne

 

 

Share This: