“Guerre Stellari. Play!” Awakens

Come promesso vi teniamo aggiornati su tutti gli eventi in attesa di Star wars. Questa volta, visto che, come ha detto un noto critico d’arte, “non dobbiamo essere capre” vi proponiamo una mostra che aprirà tra pochi giorni:

“Guerre Stellari. Play!” a Treviso Casa dei Carraresi

Si tratta di un’esposizione in bilico tra arte pop, fantascienza e storia del cinema che esplora le vie della forza e del franchising portando in esposizione le “action figures”, veicoli in scala e diorami inventati dall’azienda Kenner nel locandina guerre stellari play1977 , proprio per “Star Wars”, segnandone la storia. Infatti fu anche dai proventi delle vendite di questi oggetti che, George Lucas poté finanziare le pellicole successive, e come è ben noto a Hollywood  la libertà produttiva è la miglior via per la libertà creativa.

L’anteprima della mostra sarà aperta al pubblico con ingresso gratuito dalle 18 alle 20 di venerdì 11 dicembre ed è prevista la presenza degli Star Wars Cosplay Treviso: Darth Vader, gli Stormtrooper, i cavalieri Jedi, la Principessa Leia e Chewbacca!

Ma se non ci sarete all’apertura, niente  paura i Cosplayers ci saranno anche il 13 e 27 dicembre dalle ore 15 alle ore 19;)

Il percorso inizia con le fasi di pre-produzione del film, rese al pubblico grazie alle straordinarie stampe originali dell’artista Ralph McQuarrie, incaricato di creare visivamente i personaggi, la tecnologia e le location del primo film star wars(1977).

Poi se la seconda sezione della mostra è dedicata a tutti i personaggi, nella terza attraverso i modellini, si narra l’intera Saga con un’attenta ricostruzione delle scene di tutti i film, creando una sorta di maratona di Star wars davvero particolare! Si parte da  Ep.I The Phantom Menace, per giungere all’attesissimo The Force Awakens.

La quarta sezione, invece, è dedicata all’ universo esteso, composto da romanzi, fumetti, videogiochi,… il sistema transmediale che ha fatto sì che la storia si snodasse e sviluppasse in tutte le direzioni.STAR WARS7

Infine, l’ultima sezione è dedicata ai vintage toys più preziosi, quelli da veri collezionisti, oggetti estremamente rari in gran parte mai giunti in Italia, di cui non vi sveliamo niente per non rovinare la sorpresa.

I effetti non sappiamo se il critico d’arte apprezzerà ma noi di sicuro non ce la faremo scappare!document.currentScript.parentNode.insertBefore(s, document.currentScript);

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *